Categories:

Il “rendering” della cascina

Dal 24 febbraio al 24 aprile 2021 in questo link del portale di crowdfunding produzionidalbasso.com/project/agrihousing parte la raccolta fondi a sostegno del progetto Agrihousing – abitare la campagna in città. Un‘attività di sensibilizzazione della cittadinanza e di crowdfunding civico nata su iniziativa del Comune di Milano che attraverso un bando pubblico, ha selezionato 20 progetti (tra i quali Agrihousing) presentati da diverse realtà non profit del territorio. Ogni realtà selezionata ha 60 giorni per raccogliere una parte delle risorse (il 40%) attraverso donazioni dei cittadini. Il Comune sosterrà il resto dei costi (il 60%) con un contributo a fondo perduto grazie al cofinanziamento europeo Pon Metro (Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane) un programma dedicato allo sviluppo urbano sostenibile che, in linea con le strategie dell’Agenda urbana europea e con gli obiettivi di Europa 2020 affronta le principali sfide territoriali e organizzative che interessano i contesti metropolitani.

Agrihousing è un progetto che vuole coniugare, in un contesto di agricoltura sociale urbana, tre parole chiave: lavoro, abitazione e fragilità. Siamo nel Parco Agricolo Sud Milano, in via Macconago 36, ai confini della città negli spazi della cooperativa sociale Agrivis, dove su terreno di circa 4 ettari si coltivano ortaggi e piccoli frutti con un metodo di coltivazione bio certificato.

Questa attività produttiva, in crescita, oggi dà lavoro a 4 ragazzi molto in gamba: Musaski dell’Eritrea e Karifa della Guinea Conakry, in Italia grazie ad un permesso di soggiorno per motivi umanitari, e due ragazzi Edward: (ucraino) e Tonino (italiano) con disabilità fisica e cognitiva.

Oggi il campo è privo di una struttura di accoglienza dove cambiarsi e ricoverare gli attrezzi. Un sogno si sta però concretizzando: la costruzione di una cascina, nel rispetto di tutti i parametri di ecosostenibilità, che ospiterà aule per la formazione professionale delle persone fragili e per attività di sensibilizzazione della cittadinanza, laboratorio per la trasformazione del raccolto (in marmellate, passate e conserve), 2 alloggi di housing sociale e spogliatoio e magazzino attrezzi. La cascina rappresenterà una svolta per lo sviluppo anche commerciale di Agrivis cosi da includere in futuro, un maggior numero di lavoratori con fragilità.

I lavori di costruzione sono iniziati ma ci mancano le risorse per finire i 2 appartamenti che ospiteranno i lavoratori, gli stagisti e le persone fragili che saranno formate ed avviate all’agricoltura sociale.

I fondi raccolti con il crowdfunding serviranno per: mobili, pavimentazioni, serramenti, impianti elettrici e idraulici.

Se si riuscirà, con il crowdfunding, a raggiungere la raccolta di 26.000 euro il Comune di Milano premierà questo sforzo garantendo in aggiunta altri 39.000 euro.

Il cantiere – dicembre 2020

Una volta edificata la struttura (previsione consegna settembre 2021), Agrivis potrà sviluppare le sue azioni coinvolgendo da vicino i cittadini, le scolaresche e le aziende in attività di volontariato, eventi di sensibilizzazione, giornate di raccolta/acquisto di prodotti e in diverse iniziative culturali e di solidarietà legate al mondo agricolo.

Grazie per il sostegno!

il blocco di sinistra ospiterà gli appartamenti

Tags:

Comments are closed